Sedie 'Coco' Philippe Starck per Cassina

Codice :  MOSESE0150540

non disponibile
Sedie 'Coco' Philippe Starck per Cassina

Codice :  MOSESE0150540

non disponibile

Sedie 'Coco' Philippe Starck per Cassina

Caratteristiche

Designer:  Philippe Starck

Produzione:  Cassina

Modello:  Coco

Paese produzione:  Meda, Italia

Materiale:  Alluminio , Materiale Plastico

Descrizione

Sei sedie richiudibili anni '90 con seduta e schienale in materiale plastico, struttura in alluminio.

Condizione prodotto:
Prodotto in buone condizioni, presenta piccoli segni di usura.

Dimensioni (cm):
Altezza: 80
Larghezza: 38
Profondità: 51

Altezza seduta (cm):  45

Informazioni aggiuntive

Designer: Philippe Starck

Philippe Starck (Parigi, 18 gennaio 1949) è un architetto e designer francese. Inizia la sua carriera con la produzione di mobili gonfiabili nel 1968 e riceverà successivamente incarichi lavorativi di rilievo. Nel 1974 si stabilisce negli Stati Uniti per poi tornare a Parigi due anni dopo. Fonda l'impresa Starck Product (1979) per commercializzare precedenti creazioni. Particolarmente famoso è lo spremiagrumi Juicy Salif (1991-Alessi) diventato "oggetto di culto". Attualmente vive e lavora a Parigi. Ricopre la carica di professore alla Ecole Nationale des Arts Décoratifs di Parigi. Opere: I nightclub "La Main Bleue" nel 1976 e "Les Bains Douches" nel 1978 gli appartamenti privati del Presidente della Repubblica francese all'Eliseo nel 1982 Il Café Costes nel 1984, il Restaurant Theatronnel nel 1985, il Restaurant Manin nel 1987 Gli hotel "Royalton" nel 1988 e "Paramount" nel 1990 Il Groninger Museum nel 1993 ENSAD nel 1998 Fabbrica di birra di Asakusa (Tokyo, Giappone) Per Kartell progetta la sedia "La Marie", "Ero|S|", "Victoria Ghost", "Louis Ghost", "Dr. NO e Dr. NA" Nel 1994 disegna per Aprilia la Motò 6.5 2005 Gun Collection per l'azienda italiana d'arredamento e illuminazione FLOS.

Produzione: Cassina

1927: Nasce la società Amedeo Cassina 1952: Realizzazioni di interni navali. Andrea Doria: inizia la collaborazione con Gio Ponti. 1954: Sedia 683 di Carlo de Carli. Cassina vince il primo Compasso d'Oro. 1957: "Collaudo" della 699 di Gio Ponti. Estrema identificazione tra forma e struttura. 1964: Acquisizione dei diritti di riproduzione dei primi modelli della collezione Le Corbusier. 1968: Ciprea di Afra e Tobia Scarpa. Un unico volume di poliuretano espanso 1970: Soriana di Afra e Tobia Scarpa. Premio Compasso d'Oro. 1972: Kar-a-sutra, prototipo di auto di Mario Bellini, presentato al MOMA di New York. 1973: Aeo di Archizoom/Paolo Deganello. Una nuova poltrona nel "campo dell'infinito sedibile". 1973: Maralunga di Vico Magistretti. Un successo internazionale. Premio Compasso d'Oro. 1973: Charles R. Mackintosh, un nuovo architetto nella collezione "Cassina I Maestri". 1973: Red and Blue di Gerrit T. Rietveld. Nasce la collezione "Cassina I Maestri". 1977: 412 Cab di Mario Bellini. Un vestito cucito in cuoio montato su una struttura d'acciaio. 1980: Wink di Toshiyuki Kita. Una poltrona che si adatta alla forma dell'uomo. 1983: E. Gunnar Asplund nella collezione "Cassina I Maestri". Sedia Goeteborg 1. 1986: Frank Lloyd Wright, collezione "Cassina I Maestri". Poltroncina Barrel. 1987: Feltri di Gaetano Pesce. Una ricerca verso nuovi materiali. 1991: Cassina vince il premio Compasso d'Oro per l'importante contributo alla cultura del design. 1996: Una nuova visione della casa. Met, sistema componibile, di Piero Lissoni con S. Sook Kim 1998: L.W.S Lazy Working Sofa di Philippe Starck. Il divano diventa un'isola multifunzionale. 2004: Charlotte Perriand nella collezione "Cassina I Maestri". Tavolo Ventaglio. 2007: Privé di Philippe Starck. Un seduttivo mix di classicismo, provocazione e ironia. 2008: Franco Albini, il primo architetto italiano nella collezione "Cassina I Maestri". Sedia Luisa. 2008: Una grande mostra e un libro per celebrare 80 anni di storia Cassina. 2009: Nuovi modelli ampliano la collezione di Charlotte Perriand. 2009: Eve di Piero Lissoni. Il rivestimento si configura come una busta sopra la struttura. 2010: Aire di Piero Lissoni. Un volume semplice e una struttura intelligente ed efficiente. -

Materiale:

Alluminio

Materiale Plastico

Proposte alternative
Potrebbe interessarti anche

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ulteriori informazioni. OK