Arte

prezzo

90 € 18000 € Applica

dimensioni opera


7 cm 260 cm

9 cm 393 cm

0 cm 550 cm

13 cm 34 cm
Applica

artista

Arte

FineArt

Nel nostro catalogo puoi trovare Opere d’Arte del XVI° secolo fino ai giorni nostri. Nella nostra galleria d’arte online è presente un importante e raffinata selezione di quadri antichi, arte contemporanea e sculture con cui potrai arricchire la tua casa.


 

 

ordina per

Bernard Aubertin
novità
ARTCON0000820

Bernard Aubertin

Dessin de feu, 1974

ARTCON0000820

Bernard Aubertin

Dessin de feu, 1974

Applicazione di fiammiferi bruciati su cartone metallo. Al retro è presente etichetta di Galleria Centro di Brescia con i dati dell'opera e la firma dell'artista. Aubertin è considerato il " pittore monocromo", che focalizzò le sue ricerche artistiche sul colore rosso, inteso come fuoco, energia: a partire dal 1958 cominciò a realizzare le sue celebri tele monocrome rosse, i cosiddetti Tableaux Feu (quadri fuoco), animandole con svariati elementi, con chiodi (Tableaux Clous), fil di ferro (Tableaux Fil de Fer), fiammiferi (Parcours d'Allumettes) e svariati materiali, dai ceri, alle reti di ferro. Nella sua concezione metafisica della pittura, attraverso il rosso egli intese trasporre sulla tela l'energia dell'anima, l'essere spirituale. A partire dagli anni '60 Aubertin introdusse nel suo repertorio anche il fuoco, la manifestazione fisica del suo colore rosso. Produsse quindi molteplici composizioni astratte usando fiammiferi che, una volta accesi, creavano variazioni spontanee generate dalla natura della fiamma. Tra gli anni '80 e gli anni '90 la sua produzione artistica si volse alle performances in cui egli stesso dava alle fiamme pianoforti e automobili, mentre negli ultimi anni il colore rosso dei monocromi venne sostituito dal bianco, dal nero e dall'oro. L'opera è corredata di Autentica rilasciata dall'Archivio opere Bernard Aubertin, con N. Archiviazione DFEA47-1000237523.

Noleggia

490,00€

Noleggia
Vittorio Raineri Ambito di
novità
ARAROT0111961

Vittorio Raineri Ambito di

Paesaggio con Volatili e Cacciagione

ARAROT0111961

Vittorio Raineri Ambito di

Paesaggio con Volatili e Cacciagione

Tempera su tela. In un paesaggio di fantasia, su un fondo totalmente azzurro in cui inseriscono elementi vegetali intorno ad un ruscello, sono rappresentate varie specie ornitologiche, raffigurate nel loro muoversi naturale nella natura. L'interesse scientifico per lo studio delle specie animali crebbe nel corso della seconda metà del '700, culminando, in particolare per la ricerca ornitologica, nell'opera di Buffon "Historie naturelle des oiseaux" del 1770, che divenne poi nei decenni successivi punto di riferimento per la riproduzione in termini decorativi delle ambientazioni naturalistiche e contribuì ad amplificare in Europa l'interesse commerciale per le opere a chinoiserie. Nel panorama degli ornatisti che operarono in ambito lombardo e ligure tra Settecento e Ottocento si inseriscono anche Carlo Antonio e il figlio Vittorio Raineri, collocabili tra i grandi decoratori europei che seguirono il gusto del tempo per l'arredo esotico, declinandolo secondo la tradizione naturalistica lombarda. In particolare si distinsero per la capacità di sfrondare dagli eccessi le fantasticherie esotiche e creare uno scenario decorativo nel rispetto della trattazione ornitologica e naturalistica. La loro bottega ebbe ampio seguito e contribuì ad un'ampia produzione di tale genere decorativo. L'opera qui proposta, di grande dimensione, faceva probabilmente parte di una boiserie con decorazioni, ed è stata montata su un telaio ligure solo verso la metà del '900. E' presentata in cornice decorata, in stile.

Contattaci

Contattaci
Vittorio Raineri Ambito di
novità
ARAROT0111960

Vittorio Raineri Ambito di

Paesaggio con Volatili e Cacciagione

ARAROT0111960

Vittorio Raineri Ambito di

Paesaggio con Volatili e Cacciagione

Tempera su tela. In un paesaggio di fantasia, su un fondo totalmente azzurro in cui inseriscono elementi vegetali intorno ad un ruscello, sono rappresentate varie specie ornitologiche, raffigurate nel loro muoversi naturale nella natura. L'interesse scientifico per lo studio delle specie animali crebbe nel corso della seconda metà del '700, culminando, in particolare per la ricerca ornitologica, nell'opera di Buffon "Historie naturelle des oiseaux" del 1770, che divenne poi nei decenni successivi punto di riferimento per la riproduzione in termini decorativi delle ambientazioni naturalistiche e contribuì ad amplificare in Europa l'interesse commerciale per le opere a chinoiserie. Nel panorama degli ornatisti che operarono in ambito lombardo e ligure tra Settecento e Ottocento si inseriscono anche Carlo Antonio e il figlio Vittorio Raineri, collocabili tra i grandi decoratori europei che seguirono il gusto del tempo per l'arredo esotico, declinandolo secondo la tradizione naturalistica lombarda. In particolare si distinsero per la capacità di sfrondare dagli eccessi le fantasticherie esotiche e creare uno scenario decorativo nel rispetto della trattazione ornitologica e naturalistica. La loro bottega ebbe ampio seguito e contribuì ad un'ampia produzione di tale genere decorativo. L'opera qui proposta, di grande dimensione, faceva probabilmente parte di una boiserie con decorazioni, ed è stata montata su un telaio ligure solo verso la metà del '900. E' presentata in cornice decorata, in stile.

Contattaci

Contattaci

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ulteriori informazioni. OK